Modenese

Denominata nel XIX secolo “Modenese di pianura” o “Carpigiana”, essendo Carpi il suo principale centro di allevamento, la razza venne ufficialmente denominata “Modenese” nell’Inchiesta Agraria del 1880.
La Modenese si originò da incroci e da successivi meticciamenti avvenuti in tempi piuttosto remoti, e le influenze podoliche e le sfumature rossastre del mantello si conservarono a lungo. Solo verso la fine del 1800 gli allevatori optarono per la selezione del mantello bianco che, secondo gli zootecnici di allora, meglio predisponeva alla triplice attitudine.
La Modenese (conosciuta anche come Bianca Val Padana) è una razza a duplice attitudine allevata sia stabulata che allo stato semibrado, in montagna come in pianura. In particolare il latte viene impiegato per le produzione del Parmigiano Reggiano “di Bianca” mentre le carni sono di ottima qualità, sapide e ben marezzate di grasso.