Agerolese

La sua culla di origine è la zona dei monti Lattari e della Penisola Sorrentina, ed il primo nucleo di allevamento risalirebbe addirittura alla deportazione dei Piceni ribelli verso l’Agro Picentino ad opera dei Romani nel III sec. a.C.

La popolazione locale si è certamente molto modificata da allora ed ha subito successivi meticciamenti con le più diverse razze (Podolica, Bretone, Bruna Alpina, Jersey, Pezzata Nera). Da questa storia e da questi incroci è stata fissata la razza che dal 1952 prende il nome di Agerolese.
Si tratta di una razza di taglia media, resa unica da secoli di selezione in un ambiente avverso, privo di pascoli, e per lo più tenuta in ricoveri di fortuna.
Questi fattori hanno permesso alla razza di acquisire doti di rusticità e resistenza tali da sopperire alla scarsa disponibilità alimentare, producendo una discreta quantità di latte dalle eccellenti qualità organolettiche.
Razza a duplice attitudine oggi viene utilizzata quasi esclusivamente per la produzione del latte il cui impiego è rivolto alla caseificazione ed in particolare alla produzione del formaggio “Provolone del Monaco D.O.P”, caciocavallo, burro e fiordilatte.